Patriziato di Cadro

L’attenzione del Patriziato di Cadro si concentra soprattutto sull’amministrazione dei beni di cui è proprietario e sulla loro manutenzione: grazie all’Ente, oggi sull’Alpe Bolla è possibile raggiungere e visitare i numerosi punti d’interesse del luogo, come il Monte Boglia, il Sentiero Denti della Vecchia e il Sasso della Croce, trovando un piacevole luogo di sosta e ristoro.
L’importanza del Patriziato per la conservazione del patrimonio non solo naturale, ma anche culturale, è evidenziata anche dal recente impegno nella ristrutturazione della Casa Patriziale, una volta sede delle scuole elementari e ora abitazione per 5 giovani famiglie.
Scopri di più sul Patriziato di Cadro: www.lugano.ch/patriziati

Il Patriziato di Cadro è proprietario di boschi e pascoli per un’estensione di circa 155 ettari. Tali possedimenti confinano a est con l’Italia, a sud con il Patriziato di Davesco-Soragno, a nord con il Patriziato di Villa Luganese e a ovest con l’ex comune di Cadro.

  • Manutenzione dell’Alpe Bolla: qui è possibile trovare un caseificio, un roccolo, diversi rustici, la cappella dedicata a San Pietro e una capanna con ristorante aperta durante la stagione estiva. Durante questo periodo, la presenza di 12 mucche da latte consente la vendita diretta in caseificio di prodotti freschi.
  • Ristrutturazione della Casa Patriziale: dal 2011 al 2013 il Patriziato ha portato avanti la ristrutturazione dell’edificio, che si trova al centro del vecchio nucleo di Cadro.
  • Manutenzione dell’Alpe Bolla: le strutture presenti sull’alpe richiedono continui interventi di regolare manutenzione che il Patriziato si impegna ad eseguire costantemente.

Borelli, Capponi, Ferrari, Frigerio, Fumasoli, Gabusi, Gambarasi, Gerosa, Maggiorini, Martinaglia, Merenda, Molteni, Notari, Pedrazzi, Pozzi, Righini, Rocchi.
Le famiglie Manera e Reali sono estinte.

LA NOSTRA STORIA

1861

Dal 1861 Il Patriziato è proprietario di 157 ettari di bosco.

1861

3 febbraio: nomina della prima Commissione Patriziale di Cadro.

1872

La commissione originaria del Patriziato di Cadro viene sostituita per la prima volta da nuovi membri.

PRESENTE
TORNA SU