Patriziato di Castagnola

Proprietario di un importante patrimonio boschivo alle falde dei Monti Brè e Caprino, come anche di alcune infrastrutture, il Patriziato di Castagnola si è sempre occupato attivamente della manutenzione dei propri possedimenti, potendo contare sull’affidabile collaborazione con gli Enti comunali e i Patriziati vicini. Il Patriziato ha dato il suo grande contributo non solo al territorio, ma anche alla memoria storica locale, grazie al materiale fornito all’Archivio storico di Lugano e alla sua pubblicazione “Castagnola e il suo Patriziato”.
Scopri di più sul Patriziato di Castagnola: www.patriziatodicastagnola.ch

La zona di Castagnola comprende 35’315 m² sul mappale 840 Parco Prealpino, 102 m² sul mappale 766 Sentiero di Gandria, 1007 m² sul mappale 751 Val Piano, 187’125 m² sul mappale 753 Zona Sassa Strada di Gandria e il mappale 491 Sala Patriziale. Per quanto riguarda invece la zona Caprino, il Patriziato copre 651’006 m² sul mappale 1191 Monte Caprino, 4’170 m² sul mappale 1266 Cava Ronchetti, 164 m² mappale 1130 Caprino Monte, 2’913 m² sul mappale 1256 Caprino Monte e 2809 m² sul mappale 1258 Caprino Monte.

  • Riordino dell’Archivio patriziale nel 1976: comprende 13 registri manoscritti che vanno dal 1686 al 1892 e 2310 scritture manoscritte che coprono il periodo dal 1556 al 1910. L’importante compito fu assegnato all’Istituto Araldico e Genealogico di Lugano.
  • Società Canottieri Ceresio: parte della sede è ospitata a titolo gratuito sulla proprietà del Patriziato.
  • Manutenzione dei sentieri dell’Alpe Boglia: in stretta collaborazione con gli Enti comunali.
  • Pubblicazione del volume “Castagnola e il suo Patriziato”: pubblicato il 23 aprile 2001, il libro tratta vicende legate alle famiglie patrizie, alla genealogia, all’araldica, alla toponomastica, alla vita religiosa e sociale.
  • Continua manutenzione delle proprietà del Patriziato in collaborazione con gli Enti comunali.

Cavallini, Discepoli, Devecchi, Dollfus, Ender, Gianinazzi, Gobbi, Lepori, Rezzonico, Somassi e Vanossi. Altre famiglie sono oggi estinte o legate al territorio per i propri beni: Agostino, Aostalli, Bader, Ballarino, Beltramelli, Beltrami, Bernasconi, Berri, Bonetta, Bossi, Canevali, Colomba, Della Santa, Ermani, Ferrari, Gedra, Madonna, Marchion, Morosini, Pozzi, Pocobelli, Rusca, Taddei e Tosetti. Le famiglie Piotrkowski, Regazzoni, Tagliati, Gadoni, Herber, Hunger, Luraschi, Merlini, Sampietro, Binzoni, Guggiari, Soldati, Wernli, Gianella, Bernasconi, Becker, Groh e Tresoldi si sono aggiunte con la nuova Legge Organica Patriziale.

LA NOSTRA STORIA

MEDIOEVO

Il Patriziato di Castagnola fa parte dell’antica Vicinanza che comprende anche le terre di Cassarate, Suvigliana, Ruvigliana e Caprino.

1972

Nonostante l’aggregazione dei Comuni di Castagnola e Brè con Lugano, il Patriziato di Castagnola mantiene la propria autonomia.

1976

Riordino dell’Archivio patriziale, divenuto poi importante contributo all’Archivio storico di Lugano.

PRESENTE
TORNA SU