Patriziato di Cimadera

Presentazione

Il villaggio di Cimadera sorge a 1100 m s.l.m. tra prati e densi boschi di faggi, abeti, betulle e ontani su una terrazza di origine glaciale che domina la Val Colla. Questa caratteristica lo rende il villaggio più alto del Sottoceneri. Vi si giunge dalla strada che da Sonvico si incammina verso la Madonna d’Arla per giungere dapprima a Piandera e poi a Cimadera.

Zona di svago Piazzascia

Il turismo è molto importante per il Patriziato di Cimadera, il quale – per incentivare le passeggiare nella zona e rendere piacevole le soste – si è impegnato nella realizzazione e nella manutenzione di una zona di svago nell’area della Piazzascia, dove è possibile trovare un ponte nepalese dimostrativo, un'altalena e un grill.

Alpe Piancabella

L’Alpe Piancabella offre un panorama eccezionale: sul versante nord si estende la Valle di Sceru, mentre la sua estremità occidentale è dominata dalla Cima di Gana Rossa (2787 m). Oltre a questo, ogni anno i prati attorno alla struttura ospitano diverse mucche scozzesi al pascolo. Il Patriziato si occupa proprio della gestione dei prati secchi che attorniano l’Alpe, zone particolarmente interessanti anche dal punto di vista botanico.

Cima di Fojorina

La Cima Fojorina è una meta escursionistica molto amata sia dai turisti che dai locali e si trova al margine sud-orientale della Val Colla. Posizionata sul territorio del Patriziato di Cimadera, questa vetta viene spesso traversata sull’itinerario dal San Lucio alla Capanna Pairolo.

La nostra storia

1442

Cimadera è un luogo abitato soltanto nella stagione degli alpeggi.

1525

Insediamento definitivo della popolazione nel villaggio.

1878

14 luglio: il Patriziato di Cimadera viene costituito insieme al nuovo Comune.

PRESENTE

Il nostro territorio

La superficie totale del Patriziato di Cimadera è di 2’841’896 m2 di cui 1’546’687 m2 di bosco, 472’000 m2 di pascolo boscato e 684’394 m2 di pascolo.

Attività

– Cosa abbiamo fatto –

  • Intervento per la cura e la gestione dei prati secchi dell’Alpe Piancabella: zona particolarmente interessante anche dal punto di vista della botanica.
  • Affitto dell’Alpe Piancabella: pascolo di mucche scozzesi.
  • Sistemazione della strada di accesso all’Alpe Piancabella.
  • Migliorie al rifugio della zona Piazzascia.
  • Sistemazione della strada per la Capanna Pairolo.

– Cosa faremo –

  • Rifacimento della protezione del bacino di accumulo per l’Alpe Piancabella.
  • Collegamento dell’Alpe Piancabella con l’Alpe Corte di Certara.
  • Tagli forestali sussidiati dalla Confederazione.

Le famiglie Patrizie

Bassi, Bricalli , Campana, Mauri, Moresi, Soldati.
La famiglia dei Galli è estinta nel comprensorio del Patriziato.
patrizi sono circa 312 per la maggior parte, vivono fuori comune, alcuni risiedono all’estero. I 164 fuochi si suddividono in: 50 domiciliati e 114 non domiciliati.

News

Giornata ecologica

Sabato 23 aprile 2022, in collaborazione con la società Cacciatori del Boglia, si terrà l’annuale giornata ecologica.

Assemblea Ordinaria

Lunedì 25 aprile 2022, alle ore 20:00, nella Sala Patriziale, si terrà l’Assemblea Ordinaria.

Contatti

    Modulo di contatto

    TORNA SU