Patriziato di Scareglia

Il Patriziato di Scareglia si occupa di amministrare al meglio delle sue competenze le risorse e i beni di cui è in possesso, garantendone l’uso pubblico e la valorizzazione per il futuro. Alcuni degli obiettivi più importanti dell’Ente sono rendere Scareglia un nucleo vitale, vivace e dinamico, più stimolante non solo a livello turistico, ma soprattutto per le nuove famiglie, incrementando l’attività economica della valle e creando nuovi posti di lavoro.
Scopri di più sul Patriziato di Scareglia: www.scareglia.ch

Il Patriziato di Scareglia è proprietario di un totale di 826’846 m² di terreno, dei quali 465’400 m² di bosco, 233’000 m² di superficie agricola, 59 m² di superficie edificabile e 128’387 m² di superficie incolta.

  • Realizzazione di diverse infrastrutture e organizzazioni per la comunità: come una scuola, strade, parchi giochi, condotti d’acqua, società di mutuo soccorso, manutenzione e digitalizzazione degli archivi.
  • Acquisto dell’edificio della ex scuola di Scareglia: oggi Casa Patriziale.
  • Valorizzazione del territorio naturale ed escursionistico: adesione al progetto selvicolturale vecchie piantagioni, acquisto di rustici, realizzazione e manutenzione di strade e piste forestali, ripristino della selva castanile.
  • Continua valorizzazione del territorio: realizzazione di nuove oasi ricreative, di sentieri escursionistici, percorsi vita, posa di totem e cartelli informativi sul territorio e ristrutturazione dei rustici acquistati.
  • Progetto “Scareglia Viva!”: valorizzazione del nucleo di Scareglia e del territorio circostante con interventi mirati sulle strutture locali e cura della presentazione del progetto al pubblico.
  • Analisi preliminare per la trasformazione di una casa plurifamigliare in un B&B con un negozio di prodotti tipici del luogo.
  • Progetto per la valorizzazione paesaggistica, agricola, forestale ed economica di Scareglia.

Baldelli, Bassetti, Belleni, Bertinotti, Borrini, Boscacci, Campana, Cantamessi, Carboni, Ceresa, Corduri, Decarli, Denis, Faraci, Fontana, Frapolli, Galeazzi, Gauchat, Gianini, Krüsi, Lucca, Mantegazzi, Marinelli, Mischler, Montorfano, Pellegrini, Petralli, Petrillo, Rapp, Rossini, Sciarini, Solari, Sulmoni, Zanetti, Zeni.

LA NOSTRA STORIA

1335

Nomina del Comune.

1800

L’antica Vicinanza viene suddivisa in Comuni politici e Patriziati. In questo contesto i Patriziati si occupavano della gestione del territorio e dei boschi. I territori patriziali di Scareglia e Signôra costituivano un’unica entità.

1864

Separazione dei Patriziati di Scareglia e Signôra.

1956

La fusione comunale dà origine al nuovo comune di Scareglia.

PRESENTE
TORNA SU